Come son arrivato da Windows a Mac


Racconto la mia esperienza di come sono entrato nel mondo Mac fino ad arrivare una settimana fa al mio Imac 27 quadcore. All’inizio volevo semplicemente postare sul bel foro di imaccanici la mia spiacevole esperienza sull’imac: link (http://www.imaccanici.org/forum/viewtopic.php?t=7397) ma poi come sempre la mia logorrea mi ha fatto allargare il discorso che ‘ finito per trasformarsi nel racconto di come e perche’ ho scelto Apple.

Ho comprato il mio primo mac mentre ero in Thailandia, gennaio 2008. Costava meno che in Italia, i soldi gli avevo, il mac mini era piccolo e trasportabile e mi sentivo stanco di tutta la manutenzione di windows mentre si raccontavano meraviglie del nuovo os Leopard.  Il fatto che il mio iPod avesse capacita’ di 160Gb mentre il mini solo 120  (e si che ho preso il modello top appena uscito) mi lasciava um’po’ scontento ma tant’e’.
Mi son fatto spiegare qualche trucco da un conoscente che usa mac da sempre [i macevangelisti si sa’ son piu’ disponibili dei testimoni di Geova quando si tratta di strappare un anima dalle grinfie di Microsoft.  :-)] ed ho cominciato ad usarlo con profitto collegato alla mia TV lcd Philips da 37′. Mi ricordo una volta i tecnici che vengono ad installarmi la nuova rete internet a casa che guardano il mini e mi fanno: qui c’e’ gia’ il router, il computer dov’e’? 🙂 Le facce quando dico loro: – e’ questo!
Premetto che non tutto del mondo mac mi riesce perfettamente digeribile:

  • 1) la mancanza di “cut” nella gestione file,
  • 2) il drag & drop dei file che non e’ fluido come quello di windows (hai sempre l’impressione che il file che stai trascinando cerchi di sgusciarti via),
  • 3) l’ingiustificata avversione di Mac verso il tasto destro del mouse (veramente obbrobrioso sul mighty mouse (di cui amavo molto invece la rotella),
  • 4) la macchinosità richiesta per rinominare i file nei quali non si puo’ usare il copia incolla (mi piace scaricare telefilm stranieri che guardo con sottotitoli e i nomi di questi devono essere uguali ai file video, rinominarli e’ una faticaccia anche perche’ ne ho tanti, con windows e’ veramente piu’ semplice e immediato).

Ovviamente per qualcuno son stronzatine ma essendo per me operazioni ricorrenti che facevo piu’ facilmente ovviamente mi infastidiscono, anche perche’ credo Apple potrebbe risolverle con poco sforzo (di programmazione). Il problema e’ che ho l’impressione ci sia um’po’ di supponenza verso il mondo windows mentre credo sarebbe giusto copiare il buono della concorrenza come fa Microsoft (l’Iphone che possiedo e personalmente non cambierei con niente altro soffre dello stesso problema addirittura in scala maggiore).

Una grossa delusione e’ stata la suit iLife. Garage Band? Ma quanti sono quelli che creano musica in percentuale al normale utente? Uno su duecento? Itunes e’ uno dei programmi piu’ odiato dai possessori di ipod ed e’ secondo me per macchinosita’ e pesantezza indegno della casa con la Mela. Sopratutto deludente iPhoto. Io spendo ore per dividere le mie foto in cartelle e sottocartelle con un preciso ordine cronologico/episodico e quello le divide in eventi come gli pare lui in base alle date dello scatto. Veramente un idea balorda. Meglio (per me) windows, molto piu’ user friendly. E anche anteprima: apre solo il file selezionato e non puoi scorrere le foto all’interno di una cartella, semplicemente ridicolo. Per rimediare a questo ho trovato proprio la settimana scorsa il programma gratuito Xee che svolge questo compito come si deve, ma credo per Apple sarebbe comunque veramente in grado di risolvere la cosa con uno sforzo minimo. Dopotutto parliamo di una delle funzioni piu’ utilizzate dall’utente comune.

Inutile dire che invece non mi mancano neanche um’po’ tutti i difetti di windows (non ho tutta la giornata per elencarli).

Gennaio 2009 in vacanza in Asia, vedo in uno showroom Sony un bel all-in-one da 20′ con dual core 2,5 – sv Geforce da 256 – 2gb ram, bello e al prezzo di 800 euro circa (l’iMac era troppo caro). Macchina bella e ben costruita all’apparenza; qui il link del costruttore ( http://www.sony-asia.com/product/vgc-js15s ) Ovviamente non resisto, io all’estero finisco sempre per comprare qualche aggeggio elettronico, e’ il mio vizio.

Beh, tornare a windows dopo Leopard non e’ il massimo (anche se ripeto per certe cose per me e’ piu’ comodo) anche perche’ il computer monta Vista!!! Io Vista l’avevo utilizzato sul laptop (???) HP da 20 pollici di mio fratello che e’ una bestia di: dual core 2,2 –  GeForce 8800 512 – 4gb ram, lettore bluray e non mi era dispiaciuto. Sul mio Sony invece l’esperienza e’ stata da incubo! In ordine sparso cosi’ come mi vengono:
1) lunghissime attese per accenderlo;
2) pesantissime applicazioni aggiunte da Sony (di buona parte di loro non ho mai capito lo scopo) che rallentavano il sistema;
3) pesantissimo l’antivirus McFee fornito x 3 mesi gratis e poi impossibile da disinstallare: ho dovuto dopo varie ricerche scaricare un programma ad hoc. Ditemi voi se si puo’;
4) disco di ripristino non fornito (anche HP non lo da piu’). Cioe’ spendere 2 euro se e’ tanto per il DVD di windows che PAGO e’ troppo per lor-signori. Compri la licenza ma se ne hai bisogno devi scaricarlo da siti pirateschi e poi metterci il tuo numero licenza: bella merda!
5) lascio il computer accesso sempre per scaricare torrent tutta la notte e il giorno dopo scopro che non ha scaricato praticamente nulla perche’ durante la notte windows ha dowlodato un aggiornamento critico ed ha richiesto il riavvio del computer (a onor del vero l’anno scorso gli aggiornamenti critici di windows erano APPENA un paio la settimana).
6) la cosa piu’ fastidiosa: essendo un tipo amante dell’ordine mi piace suddividere le varie serie in varie cartelle. Be’ con un hard disc con una sola partizione prendi il file e lo infili nella cartella senza problemi in teoria. Con Vista no! Appena eseguito il gesto appare l’icona che ci sta lavorando e si prende il suo bravo tempo manco stessi trasferendo il file su un altro disco. Ogni tanto appare il messaggio: l’operazione non puo’ essere eseguita perche’ il file e’ in uso con un altro programma il che e’ ovviamente una bugia bella e buona. Basta ripetere il comando e stavolta l’operazione e’ eseguita. La domanda e’ perche’ a volte fa lo scansafatiche? Non e’ dato saperlo. Quando si ha il 90% dei s.o. installati ci si puo’ permettere di non dare la benche’ minima assistenza alla clientela. Anzi il marketing moderno adesso afferma che il cliente non va assistito ma guidato (nella direzione prescelta dal costruttore).
Da notare che ho da subito disattivato il sistema che chiedeva conferma per praticamente ogni operazione eseguita:

  • – hai davvero premuto il tasto destro del mouse?
  • – hai davvero premuto la barra spaziatrice?
  • – hai davvero deciso di aprire il file x?
  • – ma lo sai che il drive nVidia per la tua scheda grafica GeForce non e’ certificato Microsoft? Mi sa tanto che non te lo lascio installare!

Ovviamente ho cercato su google come velocizzare Vista. Andate a verificare quanti siti spunteranno fuori solo per questo argomento: e’ pazzesco! Io ho effettuato una quindicina delle operazioni consigliate piu’ frequentemente ottenendo miglioramenti abbastanza risibili al prezzo di ridurre al minimo i sistemi di sicurezza.

Insomma un s.o. piu’ marcio non mi era mai capitato (neanche windows ME) e per di piu’ con un computer nuovo che e’ un desktop, mica un portatile.

Visto che dicono windows7 che e’ gia’ in beta sia un grosso passo avanti e che scrivono che i possessori di Vista l’avranno a prezzo scontato, sopporto, invece di installare XP per il quale non ho voglia di spender soldi.

Intanto escono le prime voci sui nuovi iMac e quando gli annunciano me ne innamoro: ovviamente parlo del 27 pollici con processore quadcore. La precedente generazione di iMac mi e’ sempre sembrata cara per quello che offriva ma questa nuova e’ veramente superba e costa pure meno dei suoi predecessori.

Installo windows7 che a onor del vero va molto meglio del predecessore ma e’ ovvio che dopo Vista tutto fa bella figura, non ho provato ma a reinstallare windows95 non credo mi sarei trovato male. A dicembre finalmente mi decido e verso il dieci del mese vado al negozio/centro assistenza qui a Sofia (Bulgaria, dove risiedo da un annetto e mezzo) e mi informo. Di quadcore gli’e’ n’e’  rimasto uno in magazzino e possono farlo arrivare in 5 giorni. Splendido mi dico io, nell’altro negozio in cui avevo chiesto mi avevano detto ci voleva un mese visto che i primi pezzi erano prenotati da tempo. Lascio la caparra e gli dico mi raccomando che fra 8 giorni vado in vacanza e lo voglio ricevere prima per provarlo um’po’. Ovviamente parto senza aver ricevuto nulla. Avverto che vado in vacanza e che a questo punto devon loro aspettare i miei comodi fino a gennaio.

Al mio ritorno chiamo e chiedo se posso passare a ritirare la mia nuova macchina e mi sento rispondere che la Apple ritarda le consegne e che non hanno ricevuto nulla. -Ma non era in magazzino chiedo io? – Quello purtroppo e’ arrivato con lo schermo rotto mi rispondono. Faccio um’po’ di ricerche’ in rete e vedo che effettivamente in tutto il mondo le consegne sono stimate sulle 4 settimane e che il nuovo iMac 27 evidentemente mal progettato e’ pieno di magagne di ogni sorta che Apple sta cercando di mettere a posto sotto banco, cercando di mantenere il riserbo mediatico. Non sto qui ad enumerare le numerose chiamate in negozio per avere novita’. Ormai avevo gia’ richiesto la restituzione della caparra quando giovedì 4 marzo mi avvertono che l’indomani avrei ricevuto il computer.

Con apposito cavo fa da monitor alla playstation

il 21,5' e il fratellone da 27'

Venerdì 5 sotto una fitta nevicata vado a ritirare lo scatolone. Arrivato a casa lo tiro fuori, lo accendo e inizio a smanettarci. Il sabato inizio a travasare con dei dischi esterni tutti i miei dati, foto, ecc. Scarico tutti gli aggiornamenti, video chiamate su Skype. Funziona tutto alla grande. Domenica mattina mi sveglio alle 07.30!! per continuare i trasferimenti lunghi e tediosi. Prendo il mac (con estrema delicatezza) e lo trasferisco su un tavolino accanto al letto per lavorarci comodamente spaparanzato. Sorpresa! Non si accende. Ricontrollo il collegamento elettrico riprovo, ma niente. All’accensione sento l’avvio del disco ma lo schermo rimane nero e quasi subito tutto tace. Riprovo um’po’ di volte e poi mi arrendo all’evidenza. E’ rotto. Dopo solo 2 giorni ed ovviamente di domenica quando il centro d’assistenza e’ chiuso. Passo il resto della mattinata ad inventare bestemmie. Appena posso lo riporto in negozio con le peggiori intenzioni. Mo’ mi ridanno i soldi se no torno col fucile caricato con sale grosso e pepe di cayenna e ne faccio scempio. Uno aspetta 2 mesi e mezzo per una macchina che si rompe dopo 2 giorni. E meno male non l’ho comprato on line se no…I tecnici sono atapirati dal mio sguardo meduseo e mi chiedono i sintomi. Proviamo ad accenderlo ma adesso non fa piu’ neanche il rumore del disco che arte:

Brava Apple, bella meccanica di merda gli hai messo dentro se non sopporta nemmeno il viaggio da casa a negozio perfettamente imballato nella sua scatola.

– Ti tieni mouse e tastiera gia’ utilizzati e ti diamo un mac nuovo. Mi dicono in negozio

– Ah ma ne avete un altro, non sono tutti prenotati?

– No ne abbiamo altri 3, strano perche’ questi sono con l’harware nuovo e non dovreberro dar problemi.

– Allora han cambiato hardware e non solo il firmware.

– Si per quello ritardavano tanto le consegne.

Prendo il nuovo mac dopo aver controllato che lo schermo fosse perfettamente intatto (fatelo sempre all’acquisto con questo modello, vi risparmierete innumerevoli pater noster ed ave mariae riparatorie) e lo porto a casa. Per adesso tutto bene e questa settimana per festeggiare i suoi primi 7 giorni gli accendero’ una candela anzi un cero, in chiesa! Comunque ho gia’ deciso che comprero’ su eBay l’estensione di garanzia di 3 anni Apple Care. La si trova sui 55 euro ed e’ valida in tutto il mondo e con una macchina nata male come questa non e’ affatto precauzione inutile. Spero alla lunga non si riveli una specie di Maserati Biturbo degli anni 80: i proprietari passavano un week end si e uno no col meccanico.

Se funziona il mac e’ veramente una belva. Il monitor e’ spettacolare. La risoluzione e’ eccessiva a dir poco: vi ci vuole un minuto a far attraversare  da una parte all’altra  dello schermo il puntatore del mouse (che va settato alla massima velocita’). La tastiera per un uso non lavorativo va bene, se no cercatevi quella di un IBM massimo 386 con relativo adattatore: e’ tutt’ora insuperabile. Il mouse lo trovo ottimo, molto meglio del mighty mouse, suo predecessore: il tasto destro funziona benissimo e non lo confonde mai e lo scroll e’ sia orizzontale che verticale: veramente una pacchia. Peccato non supporti il gesto che sui macbook e iPhone ti fa ingrandire la pagina web: lo zoom e’ secondo me gesto utilissimo che uso veramente tanto (da tastiera mi risulta scomodo). Il quadcore e’ veramente silenziosissimo, molto piu’ del mio Sony dualcore, incredibile! La superficie posteriore si riscalda molto, spero in estate non sia un problema.

Se dovessi dare un consiglio per l’acquisto direi a chi puo’ di aspettare che esca fuori la seconda generazione, visto che secondo me il progetto e’ meccanicamente nato male, o di prendere quello piu’ piccolo che non ha nessun tipo di magagna segnalato. Certo il 27′ e’ veramente eccezionale per piacevolezza d’uso e prestazioni. Se avete un iMac 24 comunque aspettate tranquillamente la seconda generazione, siete comunque messi bene. Se avete Windows7 aggiornate l’antivirus e portate pazienza. Se avete windows Vista scaricatevi windows7 perche’ Microsoft vi ha truffato e’ avete diritto all’upgrade.

Lasciatemi finire dicendo che comunque il mio iMac che tanto mi ha fatto penare e’ un bel punto d’arrivo visto che son partito da questo:

Credetemi da 48K a 4Gb la strada e’ lunga.

Annunci

4 Risposte

  1. andrea

    A quanto pare anche il Mac non è privo di scomodità eh? 😛 Io ho da poco preso un PC nuovo e ci ho istallato windows7 e devo dire che ne sono estremamente soddisfatto.
    Pollice verso invece per lo ‘Svista’. Ho avuto modo di provarlo ed è una vera lumaca.

    18 marzo 2010 alle 22:18

  2. Teo

    complimenti Ivan ottima scelta, io mi son visto le ultime presentazioni ufficiali di steve jobs e mi è venuta una gran voglia di pigliarmelo… dev’essere fantastico!

    ti ho linkato sul blog qualche giorno fa!

    fatti sentire testone….

    31 marzo 2010 alle 19:27

  3. Pingback: 2010 in review « I viaggi di Mr.Ankov

  4. Hi there it’s me, I am also visiting this site on a regular basis, this website is in fact fastidious and the viewers are really sharing pleasant thoughts.

    7 dicembre 2012 alle 15:06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...