Viaggio in Giappone 2010: Day 0 – Della serie “cominciamo bene”!


lunedì 04 ottobre

Oggi parto per il Giappone: per andarci ogni scusa è buona e visto che dei miei amici si sposano ho pensato di approfittarne anche per farmi un bel giro.

Spero per una volta riuscirò a mantenere il mio proposito di scrivere ogni giorno per fare un resoconto come si deve di questo viaggio. Di solito parto con buoni propositi che poi finiscono giustamente non si sa dove; dico giustamente perché io i viaggi cerco di godermeli al massimo e la cosa mi lascia poco tempo libero per scrivere, che in fondo è tempo rubato al godimento della vacanza o al sonno.

Stavolta però sono più fiducioso del solito sul fatto di riuscire a scribacchiare qualcosa visto che ho preso il Japan Rail Pass per 3 settimane e quindi in treno dovrei trovare il tempo per adempiere ai miei doveri.

Ovviamente anche quando uno crede di essersi messo al riparo da certi (prevedibili con Alitalia) imprevisti, il Destino cinico e baro è sempre pronto a farti uno sgambetto: mi imbarco a Vienna sull’aereo Austrianlines per Tokyo; vedo che i malefici austriaci ci hanno montato delle sedie (chiamarle poltrone sarebbe un complimento eccessivo ed inesatto) strettissime, mi incastro alla meno peggio nel sedile e la giappina davanti a me intenerita dal mio evidente stato di scomodità (sono alto m. 1,90) mi offre il suo posto che è davanti alle uscite di sicurezza ed ha molto più posto per i piedi.

Commosso dallo squisito gesto di gentilezza mi vedo mio malgrado costretto ad accettare la gentile offerta, proferendomi in ringraziamenti.

Mi installo nella mia più comoda postazione e intanto mi dico quanto sono gentili i giapponesi e che culo ho avuto. Se il buon giorno si vede dal mattino sto viaggio inizia sotto i migliori auspici mi dico. Non l’avessi mai pensato passa un ora e l’aereo non è ancora partito, poi il messaggio del capitano: guasto irreparabile, scendere tutti e speriamo di trovarne uno sano per proseguire il viaggio!

MA PORC……….

Annunci

5 Risposte

  1. Aspetto una tua chiamata mandami un mail e ti do il cellulare

    5 ottobre 2010 alle 13:39

  2. Andrea

    prima regola del turista che va in Giappone: MAI e dico MAI volare con Alitalia. Da evitare come la peste bubbonica. Sono i più cari, con il servizio peggiore e come se non bastasse ti sfasciano i bagagli. Quest’esperienza l’abbiamo fatta anche noi. (io e la mia compagna). Meglio pagare un pò di più e volare con Lufthansa: almeno sei sicuro di arrivare sano e salvo, con tutti i bagagli e sei sicuro di partire a meno di eventi cataclisatici tipo bufera di neve O_o. E comunque, anche in quei casi, con Lufthansa parti lo stesso, con Alitalia non sò…

    9 ottobre 2010 alle 01:30

    • Ivan Mrankov

      Andrea, guarda che sono andato con Austrianlines.
      Diciamo che il servizio è migliore di poco rispetto ad Alitalia ma l’aereo è veramente scomodo ed i sedili stretti. Sconsigliato!

      11 ottobre 2010 alle 16:52

    • Chris

      Concordo pienamente.
      Io ho volato con Luftansa alcuni miei amici con Alitalia.
      Mi hanno detto peste e corna….

      19 settembre 2012 alle 10:25

  3. Andrea

    Ah, ok. Nel tuo post non lo avevi specificato, menzionando solo Alitalia. Dal che ho presunto che avessi viaggiato con quella scellerata compagnia. Scusa. Noi dopo aver provato anche la JAL (che a quanto so non è esente dai problemi, proprio come Alitalia), abbiamo deciso: ANA-Lufthansa tutta la vita.

    14 ottobre 2010 alle 22:51

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...