Mac Mini

Ennesimo autogol di Apple con il nuovo Mac Mini.

Ci risiamo, Apple ha per l’ennesima volta messo in atto una pessima mossa rinnovando il Mac Mini. Già l’anno scorso avevo avuto molto da ridire a causa del prezzo assassino con cui aveva debuttato il modello completamente rinnovato (qui il mio vecchio articolo).

Sembra in casa Apple il Mini sia visto come un figliastro che sopportano ma non amano. Stavolta visto che ne hanno ridotto il prezzo iniziale (€ 599) e l’hanno dotato finalmente di processori degni del 2011 (Intel Core i5 dual-core a 2,3 o 2,5GHz) si saranno detti: – é troppo, se lo facciamo uscire cosi rischia di vendere troppo, togliamoli qualcosa di utile chessó magari il lettore masterizzatore CD/DVD.

Le misure son rimaste le stesse del predecessore

E cosi Zak! é sparito l’unita disco. Tanto chi lo usa più?

Io che ho una sterminata collezione di DVD originali, che amo andare in videoteca a noleggiarmi le ultime novità e che lo volevo collegare alla in TV in salotto come mediacenter che lì si farebbe una porca figura? No Problem! Ti colleghi a iTunes che ormai ha iniziato a vendere anche film (certo se state in un paese tecnologicamente parlando di merda, che ha delle connessioni che spesso hanno velocità ridicole mica é colpa nostra).

Io che compro i CD musicali originali (che spesso trovo in offerta a prezzo conveniente) e poi li inserisco nel computer per trasformarli in mp3 o loseless e trasportarli sull’iPod? No Problem! Ti colleghi a iTunes e te li compri lì ad un bitrate di merda.

Io che salvavo, documenti, foto, dati e chi più ne ha più ne metta masterizzandoli su economici CD o DVD? No Problem! Salvi il tutto su delle piu costose chiavette USB o dischi rigidi esterni o tra pochissimo nel (i)Cloud, in rete, cosi noi e il nostro governo possiamo accedere a tutti tuoi dati (legge antiterrorismo americana) ma tranquillo che se non sei nemico del “mondo (leggasi capitale) libero” non ti succede niente.

Io che volevo farci una partizione Windows (tanto c’ho XP originale) per poter continuare a giocare a Heroes of Might Magic III e Baldur’s Gate? No Problem! Te li scarichi pirata, gli butti su una chiavetta et voilà, les jeux sont faits, tanto é winzozz mica vorrai dare i soldi a Microsoft.

Lo so che quando usci il primo iMac sembrava follia che non ci fosse il floppy e invece… ma stavolta é diverso. Il Mac Mini ha come ruolo naturale secondo me l’essere un mediacenter di lusso che ovviamente DEVE avere un unità disco. Dovevano metterci il lettore Blu-Ray, altro che togliere il DVD.

Anche nel caso non lo si voglia usare come mediacenter ma come (primo e solo) computer di casa la mancanza di masterizzatore costituisce un fastidio mica da poco.

Decisamente non ci siamo. Veniamo al prezzo poi. Come sempre é il Mac più economico all’apparenza e il meno conveniente di fatto.

Il Prezzo iniziale per il modello entry level é € 599 coi quali riceviamo quanto segue:

  • Intel Core i5 dual-core a 2,3GHz con 3MB di cache L3 su chip condivisa (buono)
  • 2GB di memoria DDR3 a 1333MHz (4GB ci vogliono e per averne 2 in più ti fan pagare € 100, un autentica rapina)
  • Disco rigido da 500GB (5400 giri/min)2 (su un fisso dei dischi così piccoli e cosi lenti sono senza senso e per darti il 750GB Serial ATA Drive @ 7200 rpm prendono €150 in piu quando nei negozi degli ottimi 2TB di marca si trovano a €70)
  • Processore Intel HD Graphics 3000 con 288MB di SDRAM DDR3 condivisa (é Intel e non dico altro, se vuoi l’AMD Radeon HD 6630M con 256MB di memoria GDDR5  che non é che sia sto granché devi prendere il modello superiore)

Insomma per avere un computer che duri um’pó e che abbia delle caratteristiche al passo coi tempi devi prendere il Mac mini a 2,5GHz che costa € 799.

Peró un momento, un computer cosi figo e dall’aspetto così singolare lo vuoi accoppiare con una vecchia tastiera che non c’azzecca una mazza e con un mouse non all’altezza? Mica si può. Massí mi compro quelli Apple che fanno pendant quanto potranno costare? €49 la tastiera con cavo e €69 la wireless! Ma sti ca22i! E il mouse? Apple Magic Mouse [+ € 69,00] Magic Trackpad [+ € 69,00], Apple Mouse [+ € 49,00]. Ma gli mortacci…

Quindi Mac Mini + il mouse e la tastiera piu sboldri €900 e ci devo mettere il monitor. Scusi ma quanto costa l’iMac meno caro? € 1.149,00 però la cpu é quadcore, la scheda video migliore c’ha la webcam e il microfono e la tastiera e mouse/pad più fighi. Ah si, ha ancora il masterizzatore DVD ma quello non lo contiamo come bonus, si sa che non serve a niente.

Annunci

Che autogol Apple: il nuovo Mac Mini Unibody e’ veramente troppo caro per quello che offre.

Da un paio di giorni e’ disponibile sull’ Apple store il nuovo Mac mini con chassis in alluminio, porta HDMI e nuove schede grafiche ad un prezzo che ritengo veramente spropositato: 799 euro per la versione con masterizzatore DVD, 1149 euro per la versione server. Per fare un confronto, i prezzi nello store US sono 699 dollari e 999 dollari e che quei ladri che hanno deciso il prezzo non mi dicano che l’inflazione dell’euro si fa sentire visto che ad oggi  $699 sono pari ad €570,24 e $999 ad €814,98.

Specifiche tecniche:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 2,4GHz o 2,66GHz
  • 3MB di cache L2 su chip condivisa
  • Bus frontside a 1066MHz
  • 2GB (due SO-DIMM da 1GB) di SDRAM DDR3 a 1066MHz; due slot SO-DIMM supportano fino a 8GB (cioe’ nemmeno 4 gb di serie ti danno)

Insomma a un prezzo cosi’ non ti danno neanche i nuovi processori i-3 o i-5 ma dei vecchi Duo e neanche tanto veloci.

  • Una porta FireWire 800 (fino a 800Mbps)
  • Quattro porte USB 2.0 (fino a 480Mbps)
  • Slot SD Card (era ora)
  • Disco rigido Serial ATA da 320GB o 500GB6
  • SuperDrive con supporto doppio strato (DVD±R DL/DVD±RW/CD-RW) (e gia’ ormai non si trovano piu’ quelli vecchi che leggono i dvd senza masterizzarli)
  • Processore grafico NVIDIA GeForce 320M con 256MB di SDRAM DDR3 condivisi con la memoria principale (ma almeno una scheda video con memoria dedicata no?)
  • Mini DisplayPort con supporto per risoluzioni fino a 2560×1600
  • Uscita HDMI con supporto per risoluzioni fino a 1920×1200
  • Uscita DVI con adattatore HDMI-DVI (incluso)
  • Uscita VGA con adattatore Mini DisplayPort-VGA (in vendita separatamente)
  • Supporto per le modalità Scrivania Estesa e Duplicazione dello Schermo su entrambe le porte

Ora e’ vero che Apple ha sfornato un piccolo capolavoro di ingegnerizzazione, bellissimo il fatto che il gioiellino ha il trasformatore interno ma comunque si e’ perso di vista l’intento originale del Mini Mac: offrire un mac a prezzo contenuto per l’utente che si vuol avvicinare per la prima volta al mondo Apple.

Io personalmente ho iniziato proprio con quello e son finito per comprare anche un Macbook Air ed un iMac 27 quadcore (se volete conoscere la mia trafila da windows a mac leggete qui).

Se poi vogliamo fare i conti della serva comprare il mini + monitor + tastiera e mouse costa piu’ che comprare un ben piu’ potente e performante iMac: assurdo

Comprare il mini + Monitor + tastiera e mouse costa piu' che comprare un ben piu' potente e performante iMac: assurdo

Il nuovo Mac Mini abdica la sua missione originaria per diventare un media center da abbinare al plasma/LCD del salotto (ecco spiegata la presa HDMI) e purtroppo lo fa in maniera maldestra visto il prezzo assolutamente spropositato, la mancanza di un lettore blu-ray e l’aspetto alluminio che lo rende un pugno nell’occhio accanto a qualsiasi tv moderna (solitamente di color nero). Non nego preso di per se sia esteticamente gradevolissimo ma anche l’oggetto piu’ bello messo nel contesto sbagliato (il salotto) stona e disturba. Il mio vecchio Mac Mini bianco accanto al mio lcd da 37′ nero, – per contrasto (in un salotto bianco e nero) si inserisce in maniera molto piu’ armonica.

Avevo letto che il Mac Mini per Apple non era mai stato il successo di vendite sperato, purtroppo hanno deciso che la soluzione non era abbassarne il prezzo ma addirittura alzarlo (sopratutto per noi europei, cosa veramente odiosa). Per avere un desktop Mac da ora in poi e’ necessario spendere 1.000 euro (una volta aggiunto monito e tastiera).

Se volete un desktop prendete un iMac, se volete un media center prendetene uno windows (vi costera’ la meta’ dandovi un hardware molto piu’ performante ed il blu-ray), tanto usandolo solo per i file multimediali i reali benefici di Mac OS non si avvertono, anzi  sopratutto in fatto di codec e lettori multimediali windows e’ senz’altro una scelta migliore. Non conosco il mondo Linux ma sospetto anche quello come media center non se la cava male.

I’m not a Mac!

I’m not a PC!

Sono solo uno che usa il cervello di cui madre natura lo ha dotato.